SUMMER LEAGUE 2018 – CALCIO A 5 – IV GIORNATA

Summer League – C5
Gironi – IV Giornata
I battiti accelerano, sale l’agitazione, i brividi corrono lungo la schiena. Quaranta minuti di fuoco ancora e, poi, il campo darà le sue sentenze definitive. Chi riuscirà a continuare il sogno? Chi sarà promosso? Chi bocciato? In attesa dei verdetti, cominciamo a studiare le situazioni attuali nei diversi gruppi.
Girone A
Hasta la victoria, siempre! Magari non proprio sempre, ma almeno per questa volta: Cuba si regala un successo entusiasmante con  l’Uruguay (7-3) e ora la classifica sorride un po’ di più ai caraibici. Procede benissimo anche la risalita del Portogallo: il 5 granata trova parecchia resistenza nel Tricolor messicano, ma alla fine riesce a sfondare (6-5). Raggiunge perciò in cima alla graduatoria Belgio e Spagna, che si annullano nell’incrocio nobile di questa settimana: 6-6 tra Diavoli Rossi e la Roja e adesso si sta ancora più stretti là in alto.
Girone B
Qui prosegue, invece, l’avanzata del Marocco, che pare inarrestabile: i Leoni dell’Atlante rimarcano il proprio dominio sul raggruppamento B, spazzando via la Città del Vaticano (8-1). Si issano al secondo posto temporaneamente le Far Oer, capaci di limitare l’esuberanza irlandese (5-3). San Marino a riposo per questo turno.
Girone C
Lo scontro tra i due colossi di questo girone si colora di bianco, verde e rosso: infatti, il 5 iraniano asfalta per 7-2 l’Albiceleste e con il suo 4 su 4 ipoteca la prima piazza. Non approfittano della debacle argentina le Black Stars ghanesi, ipnotizzate e bloccate sul 2-2 dai Reggae Boyz giamaicani. Tornano alla ribalta, invece, gli Azzurri: l’Italia si ridesta e strappa per il rotto della cuffia una fondamentale vittoria sull’ Olanda (3-2).
Girone D
Quanto è fuori discussione la supremazia della Scozia, tanto è incerta la seconda posizione. Al momento è testa a testa tra Etiopia e Germania: i Walyas, nonostante qualche difficoltà di troppo, non interrompono la propria corsa, superando di un soffio un’ottima Islanda (8-7). Tutto troppo facile, invece, per la Mannschaft, con il 6-0 a tavolino sul Giappone. Tartan Army spettatrice questa settimana.
Girone E
Discorsi ancora apertissimi anche nel gruppo E. E a mettere tutto di nuovo in discussione ci pensa il Galles: i Dragoni imbrigliano i kiwi neozelandesi (8-8) e aprono nuovi scenari. Il pareggio appena ricordato giova, appunto, soprattutto all’ Inghilterra: i Tre Leoni si affermano, ma con affanno, sulla Colombia (6-5) ed ora alitano sul collo degli All Blacks. Infine, dopo l’inizio in salita, finalmente un po’ di discesa per la Turchia: 7-5 al Sud Africa e secondo risultato utile consecutivo.
Messi? Good. Ronaldo? Better. Sorbara? Best. Sì, è proprio lui, sempre lui: non si placa il killer instinct di Sorbara M. (Nuova Zelanda), letale in zona gol (altri 6 timbri) e ancora una volta top player settimanale.